Fiorella Mannoia ospite al Vulci Livefest

Fiorella Mannoia ospite al Vulci Livefest

News del 05 giugno 2018

VULCI LIVEFEST 2018

presenta

MERCOLEDI 8 AGOSTO 2018 ore 21,30

Parco Naturalistico Archeologico di Vulci a Montalto di Castro

F I O R E L L A M A N N O I A

LIVE ESTATE 2018

Dopo Enrico Brignano e Edoardo Bennato, Vulci LiveFest 2018, organizzato da Ventidieci in collaborazione con ATCL, Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, con il patrocinio del Comune di Montalto di Castro, che si svolgerà nello splendido Parco Naturalistico Archeologico di Vulci a Montalto di Castro in provincia di Viterbo annuncia il terzo evento in cartellone:mercoledi 8 agosto,il concerto di Fiorella Mannoia.

Quest’estate Fiorella Mannoia torna live a grande richiesta per pochi concerti esclusivi in alcune delle cornici più belle d’Italia nei mesi di luglio e agosto. Sul palco porterà tutti i suoi grandi successi, i brani dell’ultimo album “Combattente” e le canzoni che hanno costellato il suo repertorio dal vivo, per una scaletta che sarà come sempre ricca di momenti intensi, di sorrisi e di emozioni. Fiorella sarà accompagnata dalla sua band: Davide Aru alla chitarra, Diego Corradin alla batteria, Claudio Storniolo al pianoforte e alle tastiere, Luca Visigalli al basso e Carlo Di Francesco, alle percussioni e alla direzione musicale.

Per Fiorella si è appena conclusa una stagione straordinaria lunga quasi due anni, con il successo dell’album “Combattente”, il secondo posto al Festival di Sanremo 2017 con “Che sia benedetta”, il ruolo da protagonista al cinema nel film “7 minuti” di Michele Placido, il debutto televisivo con il one woman show “Un, due, tre… Fiorella!”, che ha sorpreso tutti e ottenuto un boom di ascolti, la direzione artistica della strepitosa serata evento “Amiche in Arena”, contro la violenza sulle donne.

E questa stagione straordinaria ha visto Fiorella calcare i palchi di tutta Italia, d’Europa e Oltreoceano, con il lunghissimo “Combattente Il Tour”, che ha raggiunto quota 100 date (101 con l’evento speciale a New York a febbraio) e registrato un successo eccezionale.

Aveva dichiarato che si sarebbe completamente fermata, Fiorella, per dedicarsi a nuova musica e nuovi progetti, ma a grande richiesta ha deciso di tornare sul palco per questi imperdibili live estivi che faranno come sempre entusiasmare il pubblico.

Biglietti disponibili su ticketone.it a partire da mercoledi 6 giugno 2018

Organizzazione generale: Ventidieci

FIORELLA MANNOIA VIRGOLETTATI TOUR LIVE ESTATE 2018

IL RECENTE TOUR E’ ARRIVATO A QUOTA 100 CONCERTI, ANZI 101 CON IL GRAN FINALE A NEW YORK A FINE FEBBRAIO

Devo ammettere che nelle tournée che ho fatto nella mia carriera, non mi sono mai risparmiata. Amo molto il mio il mio lavoro e cerco sempre di dare il massimo per il pubblico che mi segue e che vuole venire a vedermi dal vivo. Con questi 101 concerti, e a New York è stata per me una prima volta in assoluto, abbiamo festeggiato una stagione che per me è stata straordinaria, una stagione che mai avrei pensato di vivere. Tra l’ultimo album, il cinema, con il ruolo in “7 Minuti” di Placido e la colonna sonora di “Perfetti Sconosciuti” di Genovese, il Festival di Sanremo, il mio primo show televisivo, ho avuto tante grandi soddisfazioni e credo che questo sia il modo più giusto per chiudere quest’annata.

HAI UN REPERTORIO IMMENSO, COME HAI SCELTO I BRANI DI QUESTO LIVE?

Ho cercato di andare incontro a tutti, tra le mie canzoni del passato e quelle del presente una scelta va fatta certo, Canto sicuramente alcune canzoni del nuovo album Combattente, ma ad esempio anche tutti i brani con i quali sono andata a Sanremo, e li racconto sul palco. Ho messo chiaramente Quello che le donne che non dicono e Il cielo d’Irlanda che non possono mai mancare, e anche diversi brani di grandi cantautori che negli anni ho cominciato a sentire anche un po’ mie.

IN ESTATE SPESSO SI HA L’OCCASIONE DI SUONARE IN LUOGHI BELLISSIMI

Attraverso i concerti arrivo in tanti luoghi di quello che è il paese più bello del mondo e cantare in estate significa anche respirare cultura e storia, nelle piazze, negli anfiteatri, nei teatri all’aperto. Poter fare musica in questi luoghi rende i concerti ancora più belli. Ogni volta me ne convinco sempre di più, dalle Alpi fin quasi all’’Africa abbiamo bellezze che il mondo ci invidia, questa è la nostra ricchezza. E’ il nostro petrolio se vogliamo, ma troppo spesso lo degradiamo e questo fa male.

PARTECIPANDO AI TUOI CONCERTI E’ EVIDENTE IL FORTE LEGAME CON IL TUO PUBBLICO CHE PASSA Sì DALLA MUSICA MA ANCHE DA UNA CONDIVISIONE DI VALORI, UN RAPPORTO DI VICINANZA MOLTO FORTE TANTO CHE A VOLTE CAPITA CHE SCENDI DAL PALCO E VAI TRA GLI SPETTATORI

Lo faccio spesso e da anni, è un contatto, un abbraccio non c’è nessuna distanza tra me e loro. Questo grande abbraccio mi fa ogni volta immenso piacere.E non dimentico mai un insegnamento di qualcuno che disse… “la felicita è desiderare ciò che abbiamo”.

SUI SOCIAL SEI DIRETTA E ONESTA. RINGRAZI E PRENDI POSIZIONE, E’ UN CANALE PRIVILEGIATO PER PARLARE CON IL TUO PUBBLICO CHE CONDIVIDE CON TE ANCHE L’IDEA DI UN MONDO MIGLIORE?

È diventato questo, parlo di me e del mio lavoro, è un punto d’incontro e a volte di scontro, comunque sempre civile, dove odiatori seriali non ci sono, come con gli amici sono legata a chi mi segue per affinità elettive. La discussione quando c’è è civile e cambiare opinione sta nella civiltà del dialogo. Sono arrivata a 1 milione di contatti gestiti da me in prima persona, proprio per il rapporto che ho con chi mi segue, non permetterei a nessuno di parlare a mio nome.

HAI CANTATO AL BATACLAN DI PARIGI PRESENTANDO IL CONCERTO CON UNA FRASE DI “SIAMO ANCORA QUI” CHE RECITA “CON PIU’ SPERANZA CHE PAURA”

Sì dobbiamo affrontare il presente e il futuro con più speranza che paura, citando proprio Siamo ancora qui.Siamo tutti impauriti, stiamo vivendo cambiamenti sociali epocali.Non è la prima migrazione della storia, dobbiamo convincerci che nulla sarà come prima, ora si sta cercando di capire come comportarci, la paura fa parte dell’uomo, tutto è diverso ma non dobbiamo demonizzare. In questo momento con questo cambiamento stanno facendo i conti soprattutto le periferie, le fasce più deboli della popolazione. Bisogna mantenere una speranza, bisogna trovare benefici ed essere fiduciosi, siamo ormai una società multietnica, questa e la realtà, e bisogna cambiare perché questo cambiamento sia vivibile.

CHE SIA BENEDETTA” E RIFLESSIONI SULLA VITA

Mentre mi accingevo a cantare a Sanremo “Che sia benedetta”, devo dire che mi sono anche chiesta se era il caso di asserire che “la vita è perfetta”. Poi settimana dopo settimana sono state sempre di più le persone che mi hanno scritto su questo, che trovano conforto in questa canzone, in questo inno alla vita, e sono proprio loro che mi spingono a ribadire che sì, la vita è perfetta, siamo noi che la sporchiamo e non va sprecata.

L’ESPERIENZA COME PRESENTATRICE IN TV SU RAI1 CON IL SUCCESSO DI ASCOLTI DI “UN, DUE, TRE… FIORELLA!”

All’inizio l’idea di questo programma mi ha tolto il sonno. Me l’hanno proposto e io non ero per niente sicura di esserne all’altezza, non l’avevo mai fatto. Ma mi piacciono le sfide e ho accettato.Sono stata felicissima dei risultati che il programma ha avuto, è stata una bella soddisfazione.All’inizio della prima puntata mi sentivo un po’ smarrita, ma iniziare dividendo il palco con Sabrina Ferilli, un’amica e una professionista che conosce meglio di me il mezzo televisivo e ne ha padronanza, mi ha dato sicurezza. Poi dopo i primi momenti piano piano mi sono sciolta e alla fine mi sono divertita molto. È stata un’esperienza che ricorderò con piacere e che in futuro non mi dispiacerebbe rifare.

LA MUSICA, IL CINEMA (IL RUOLO NEL FILM DI MICHELE PLACIDO “7 MINUTI”), LA TELEVISIONE. COME SI FA A NON STANCARSI MAI?

Me lo chiedo anche io, non lo so dove prendo tutta questa energia. Quando si accendono le luci sei “sospeso dalla vita” come disse Caetano Veloso e non c’è nulla di eguale. Ancora mi piace e ne sono entusiasta e divertita.

L’ULTIMO ALBUM “COMBATTENTE”

In questo momento dove è tutto molto complicato, sento di dover tenere gli occhi sempre molto ben aperti, oggi più che mai è necessario essere combattenti. Come nella cover del disco voglio essere un generale di un esercito di pace che non smette di combattere contro le ingiustizie.Le battaglie più difficili sono quelle che ogni giorno dobbiamo fare per esserci, per farci sentire, per non essere invisibili perché tanti singoli insieme diventano una forza che niente e nessuno può fermare. Spesso non ce lo ricordiamo invece dobbiamo sempre tenerlo ben presente, questa è la prima battaglia “continuare a combattere”.

NEL DISCO CI SONO SUONI E ARRANGIAMENTI NUOVI, C’E’ MOLTA CONTEMPORANEITA’ È QUESTO IL SEGRETO PER CONQUISTARE PUBBLICO DI OGNI ETÀ ANCHE NEI LIVE?

Le sonorità sono sempre in cambiamento, forse nei miei dischi ci saranno suoni più elettronici? Sono i suoni di oggi, le sonorità sono legate al tempo in cui nascono, e tutte le forme d’arte si adattano in modo naturale, succede così.

UNA CANZONE, NESSUNA CONSEGUENZA, AFFRONTA IL TEMA FEMMINILE. COME STANNO OGGI LE DONNE?

Da diversi punti di vista meglio, certo, ma con la crisi economica però sono le prime a farne le spese. La gravidanza ancora può essere un impedimento per il lavoro, stupri, bullismo, stalking, sono preoccupata. Poi in tanti paesi in via di sviluppo la situazione per le donne è veramente drammatica.

Nelle canzoni di “Combattente” ci sono storie di donne che combattono: è questo il filo conduttore del nuovo progetto. Nella vita combattiamo tutti per qualcosa: per un’idea, per un’ingiustizia, per un traguardo, per la ricerca di un’affermazione e di un’identità. Le molle sono tante, lo scopo alla fine è uno: si combatte per la felicità. Le donne oggi si trovano a lottare per trovare o riprovare la propria dignità perduta, troppe donne ancora ogni giorno si sentono dire “devi stare solo zitta e ringraziare” (come nel brano “Nessuna conseguenza”).

COM’E’ CAMBIATA FIORELLA OGGI RISPETTO ALLA FIORELLA DEI SUOI ESORDI NELLA MUSICA?

E’ un cambiamento naturale, le esperienze, tanto lavoro, letture. Come il protagonista delle Memorie di Adriano, sono come allora con più consistenza, e non tornerei mai indietro, anzi mi piaccio di più oggi.

A SANREMO HA CANTATO ANCHE “SEMPRE E PER SEMPRE” DI DE GREGORI CHE RECITA “SEMPRE E PER SEMPRE DALLA STESSA PARTE MI TROVERAI”

L’ho cantata per tanti anni e l’ho voluta portare sul palco dell’Ariston, mi rappresenta. Le cose in cui credo, la visione con cui guardo il mondo è sempre la stessa, ci sono dei fondamenti di etica che non possono essere traditi e non mi sono mai spostata. “Sempre e per sempre dalla stessa parte mi troverai”.

IMPEGNO PER IL SUD DEL MONDO DOVE LA MUSICA ATTRAVERSO PROGETTI CULTURALI PUO’ INTERVENIRE SULLA VITA DEI GIOVANI. STAI SEGUENDO DEI PROGETTI IN QUESTO ANNO?

Sono sempre testimonial di Axe in Brasile, per i bambini di strada che attraverso l’arte, la musica, la danza vorremmo indurre al diritto di sognare, affinché da adulti siano dei cittadini che passano intervenire sulla propria vita e quella della comunità.Con Ottobre Africano, un progetto interculturale abbiamo fatto serate di musica africana e pizzica, sono segnali di vicinanza e di conoscenza, se ci conosciamo si abbatte la paura e la musica resta sicuramente uno strumento universale.Collaboro anche con AMREF ed Emergency, voglio impegnarmi in tutto quello che serve per gettare ponti e non per costruire muri.

COSA SUCCEDERA’ DOPO L’ESTATE PER FIORELLA?

Ci fermeremo, sarà tempo di pensare a nuovi progetti e ovviamente a nuova musica. Metteremo un punto e volteremo pagina. E quando si arriva a questo momento c’è sempre una sorta di malinconia, un po’ come quando finisci un libro che ti piace, chiudi l’ultima pagina e ti chiedi “e ora cosa leggo?”, “e ora cosa faccio?”.Ti chiedi che forma prenderanno i progetti seguenti, se piaceranno alla gente, arriva anche un po’ di ansia, ma questo fa parte del nostro lavoro, cosa ci porterà il futuro verrà da sé.

FIORELLA MANNOIA
BIOGRAFIA

Fiorella nasce a Roma. Ha saputo costruirsi dalla metà degli anni ottanta la necessaria credibilità per diventare la voce e il controcanto femminile di una canzone d’autore storicamente declinata al maschile.

Il debutto musicale è al Festival di Castrocaro del 1968.

L’album d’esordio “MANNOIA FORESI & CO” risale al 1972.

La prima occasione di incontro con il grande pubblico del Festival di Sanremo del 1981 dove Fiorella presenta “CAFFÈ NERO BOLLENTE”.

1984/1987

Ma la vera svolta per la carriera di Fiorella arriva con il Festival di Sanremo del 1984: l’interpretazione di “COME SI CAMBIA” segna per lei una vera e propria presa di coscienza delle sue capacità interpretative. Nel 1985 pubblica “MOMENTO DELICATO” e nell’86 “FIORELLA MANNOIA”. Sono quelli che lei definisce album di “transizione” che la porteranno al 1987 a Sanremo.

Questa partecipazione segna il definitivo approdo a quella via musicale che ancora oggi caratterizza in maniera definitiva il lavoro di Fiorella. In quell’occasione presenta infatti “QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO” brano espressamente scritto per lei da Enrico Ruggeri che si dimostrerà dunque il primo tra i grandi cantautori a credere in lei come voce privilegiata alla quale affidare i propri versi. Fiorella vince il premio della critica e il successo è tale che “QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO” rappresenta ancora oggi uno dei brani con cui il pubblico più la identifica.

1988

Nel 1988 ha un altro incontro importante, quello con Ivano Fossati. Sua infatti “LE NOTTI DI MAGGIO” con cui Fiorella torna a Sanremo. Il brano si aggiudica nuovamente il premio della critica.

È una sorta di consacrazione. A questo evento segue infatti “CANZONI PER PARLARE”, album che racchiude in sé alcune delle più prestigiose firme della canzone italiana: Fossati, Ruggeri, Ron, Cocciante. A partire da questo album in poi, Piero Fabrizi curerà la produzione, gli arrangiamenti e la composizione di vari brani di successo.

È il disco della svolta, del definitivo riconoscimento di critica e pubblico che decreta al lavoro un successo di vendita importante (questo diverrà una costante dei futuri lavori).

1989

Nel 1989 esce “DI TERRA E DI VENTO”. All’interno Fiorella canta con Ivano Fossati una bellissima traduzione, curata dallo stesso Fossati, di “OH CHE SARÀ” di Chico Buraque De Hollanda che rimane uno dei brani più amati del suo repertorio. È l’album della raggiunta maturità artistica: alle firme già presenti nel precedente lavoro, si aggiunge Francesco De Gregori (“il coronamento di un sogno”, rivelerà Fiorella). “CANZONI PER PARLARE” e “DI TERRA E DI VENTO” le valgono, per due edizioni consecutive, la Targa TENCO come migliore interprete.

1992

Il 1992 vede consolidarsi la felice collaborazione con Ivano Fossati che scrive per lei “I TRENI A VAPORE” che dà il titolo all’album. All’interno tra le altre “TUTTI CERCANO QUALCOSA” altro gioiello di Francesco De Gregori, “IL CIELO D’IRLANDA” di Massimo Bubola e “INEVITABILMENTE” di Ruggeri-Schiavone, che Nanni Moretti sceglierà per inserirla come colonna sonora nel suo film “Caro Diario”.

1994/1997

Nel 1994 esce “GENTE COMUNE”. All’interno Fiorella canta una straordinaria “GIOVANNA D’ARCO” scritta per lei da Francesco De Gregori e collabora con Caetano Veloso (il grande artista brasiliano canta con Fiorella nel brano di sua composizione “IL CULO DEL MONDO”). Altra novità, la collaborazione con il giovane cantautore Samuele Bersani che scrive il testo di “CRAZY BOY” su musica di Piero Fabrizi.

Sia “I TRENI A VAPORE” che “GENTE COMUNE” le valgono ancora una volta la Targa Tenco come migliore interprete.

“BELLE SPERANZE” (1997) rappresenta un momento di svolta: Fiorella non si rivolge più alle firme che l’hanno accompagnata per un decennio, ma tenta di dare voce ai linguaggi nuovi e diversi: ecco allora comparire Daniele Silvestri, Avion Travel e Gian Maria Testa tra gli altri.

1999/2002

Nel 1999 esce “CERTE PICCOLE VOCI” primo disco live della carriera di Fiorella. Venticinque brani che rappresentano non tanto un bilancio quanto piuttosto la voglia di fermare un momento speciale come un concerto e regalarlo a quel pubblico che ormai da anni la segue nei teatri di tutta Italia fedele e numeroso.

Partecipa come super ospite all’edizione 2000 del Festival di Sanremo.

All’interno del doppio cd “CERTE PICCOLE VOCI” brillano l’inedito firmato da Ivano Fossati, “L’AMORE CON L’AMORE SI PAGA” e una sorprendente e toccante versione di “SALLY”, scritta da Vasco Rossi, che trainano il disco ai primi posti delle classifiche per lungo tempo, raggiungendo e superando il doppio disco di platino.

Nel febbraio 2001 esce “FRAGILE”, altro disco di grande successo, che va ad occupare anch’esso le posizioni alte delle classifiche di vendita. Ne segue una lunga tournée che porterà Fiorella in molti teatri, palasport e rassegne in tutta Italia per un totale di circa 80 concerti, realizzando ovunque il tutto esaurito. Questo tour le vale il premio come “MIGLIOR LIVE DELL’ANNO”, premio per altro già assegnato in precedenza a Fabrizio De Andrè, Zucchero, Pino Daniele.

Da un’idea di Pino Daniele nell’estate 2002 parte una tournée che vede sul palco, insieme a Pino, Francesco De Gregori, Ron e Fiorella.

In tutto 27 concerti ai quali partecipano oltre 180.000 spettatori, un grande successo sfociato in un DVD e un disco live che si posiziona ai primi posti della classifica per lungo tempo.

2003/2005

Sull’onda positiva di questa esperienza Fiorella nell’inverno 2003 decide di ripartire da sola per una lunga tournée teatrale, sovvertendo ogni regola di mercato, senza un disco in uscita con una sorprendente leggerezza ed ironia incanta il pubblico che la segue con un repertorio inedito, con nuove sonorità e arrangiamenti. Questa è senza dubbio la sua tournée di maggior successo tanto da protrarsi per due interi anni passando dai teatri ai palasport e registrando la presenza di 200.000 spettatori. Da questa esperienza sono tratti un dvd e un cd doppio che si intitola semplicemente “CONCERTI”.

Il 30 novembre 2005 esce in libreria per la collana “Bur senzafiltro” un cofanetto con il dvd del concerto di chiusura di questo lunghissimo tour registrato al teatro “Politeama Brancaccio” il 23 e 24 marzo 2005 e un libro contenente una lunga intervista in cui Fiorella si racconta e le riflessioni sull’attualità che ha pubblicato sul suo sito nel corso di questi anni.

2006

10 novembre 2006 esce “ONDA TROPICALE”. Dopo aver accarezzato a lungo questa opportunità, Fiorella con questo disco tanto atteso affronta in modo radicale il suo rapporto con la musica brasiliana, facendosene non soltanto interprete, ma anche madrina e ambasciatrice.

Fiorella si misura, oltre che nell’interpretazione in lingua italiana di sei degli undici brani (adattamenti fedeli delle versioni originali) anche a duettare in lingua portoghese nei restanti cinque brani, a testimonianza della grande interazione artistica che il progetto voleva finalizzare.

Questi nomi coinvolti nell’album: Chico Barque, Caetano Veloso, Gilberto Gil, Djavan, Milton Nascimento, Lenine, Chico César, Jorge Benjor, Carlinhos Brown e Adriana Calcanhotto.

Nomi prestigiosi, artisti di caratura internazionale, quanto di meglio offra oggi una secolare scuola di musica universalmente riconosciuta come fra le più ricche al mondo.

Nessuno prima d’ora neanche in Brasile, era mai riuscito a riunire, in un solo progetto tanti artisti, e considerando che stiamo parlando dei più grandi rappresentanti del MPB (musica popolare brasiliana), il disco di Fiorella può considerarsi storico.

2007

Nel 2007 dopo un lungo tour legato al disco “ONDA TROPICALE” esce il 9 novembre 2007 “CANZONI NEL TEMPO”, una raccolta in doppio cd dei maggiori successi di Fiorella, quelli che non devono mancare mai nei bis, come “QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO” e “COME SI CAMBIA”, alcune versioni live: “SALLY”, “I TRENI A VAPORE” e “IL CIELO D’IRLANDA”.

Tre duetti della sua carriera, “L’UCCISIONE DI BABBO NATALE” con Francesco De Gregori, “OH CHE SARÀ”, con Ivano Fossati e “PESCATORE” con Pierangelo Bertoli.

L’album è arricchito da due cover inedite: “DIO È MORTO” di Francesco Guccini e “IO CHE AMO SOLO TE” di Sergio Endrigo. Di quest’ultimo viene realizzato un videoclip nel quale Fiorella coinvolge molti amici attori tra i più bravi del cinema italiano: Pierfrancesco Favino, Raoul Bova, Gianmarco Tognazzi, Giorgio Pasotti, Enrico Loverso, Giorgio Tirabassi, Simona Cavallari, Carolina Crescentini, Sabrina Impacciatore, Raffaele Vannoli, Anna Ferzetti, creando tra immagini e voce un piccolo capolavoro.

2008

Sull’onda del successo ottenuto dalla raccolta “CANZONI NEL TEMPO”, riassunto di una carriera tutta in crescita, Fiorella parte nell’estate del 2008 per un nuovo tour cantando i grandi successi che hanno caratterizzato questi suoi primi 40 anni di carriera musicale.

Sempre nel 2008, il 7 novembre, dopo 7 anni dalla pubblicazione dell’ultimo album di inediti, Fiorella pubblica il nuovo album intitolato “IL MOVIMENTO DEL DARE”. Sono molte le sorprese del nuovo album fatto da grandi firme della musica italiana, dieci canzoni scritte da Ivano Fossati, Franco Battiato, Luciano Ligabue, Tiziano Ferro, Jovanotti, Pino Daniele, Bungaro, oltre a tre brani di Piero Fabrizi. La canzone “IL MOVIMENTO DEL DARE” che dà il titolo al nuovo album è scritta dalla coppia Battiato-Sgalambro.

2009

Il 23 febbraio 2009 parte “IN MOVIMENTO TOUR”, nel quale Fiorella canta dal vivo le canzoni dell’album ancora una volta incontrando l’entusiasmo del pubblico che riempie i teatri di tutta Italia.

A novembre del 2009 esce il cd/dvd “HO IMPARATO A SOGNARE” che contiene dieci cover di canzoni celebri di cantautori italiani. L’album include anche due bonus track, una nuova versione di “CAFFÈ NERO BOLLENTE”, primo successo di Fiorella e “L’AMORE SI ODIA” in duetto con Noemi, allora giovane promessa della musica italiana incontrata durante la partecipazione di Fiorella al programma televisivo X Factor.

Il dvd racconta la realizzazione del disco attraverso un’intervista alla stessa Fiorella e le immagini realizzate in un casale/studio in Toscana dove con i suoi musicisti ha registrato le canzoni del cd.

Il 20 e il 21 giugno 2009 Fiorella partecipa a due eventi unici.

Il primo concerto-evento va in scena allo Stadio olimpico di Roma, “Corale per il popolo d’Abruzzo”, una serata di grande musica italiana e di solidarietà in favore della popolazione abruzzese colpita dal terremoto fortemente voluta da Renato Zero.

Il pubblico assiste ad una serata di belle e famose canzoni grazie ad artisti che hanno segnato pagine importanti nella storia della musica italiana come Renato Zero, Ivano Fossati, Antonello Venditti, Claudio Baglioni, Pino Daniele, Gianni Morandi, Lucio Dalla, Giuliano Sangiorgi, Mauro Pagani, Gigi D’Alessio, Mario Biondi e quattro grandi Maestri: Ennio Morricone, Nicola Piovani, Renato Serio e Armando Trovajoli.

La generosità degli artisti e del pubblico intervenuto numeroso hanno permesso la ricostruzione di un’ala dell’Università delle Scienze di Coppito (L’Aquila).

Il secondo è lo storico concerto tutto al femminile ideato da Laura Pausini allo stadio San Siro di Milano, dove circa cinquanta tra le più belle voci della musica italiana si esibiscono in una lunga maratona durante tutto l’arco della giornata, per raccogliere fondi a favore delle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto. I 70.000 intervenuti assistono con entusiasmo ad un evento unico di cui Fiorella è madrina e promotrice insieme a Laura Pausini, Gianna Nannini, Elisa e Giorgia. Il concerto è trasmesso da 13 emittenti radiofoniche in diretta contemporanea.

Di questo storico evento “Amiche per l’Abruzzo” uscirà ad un anno di distanza un dvd del concerto, che si aggiudica il primato da record di copie vendute: ben 200.000 in sole tre settimane.

2010

Il 27 marzo del 2010 parte l’Acoustic Tour nel quale Fiorella si esibisce per la prima volta in un concerto in versione acustica.

Sul palco, accompagnata da una band che vede la collaborazione di alcuni nuovi musicisti e di un quartetto d’archi, propone oltre ai suoi grandi successi ancora una volta interpretazioni inedite.

Il grande successo di pubblico e critica fa viaggiare il tour anche durante tutta l’estate del 2010 con una indimenticabile tappa a l’Aquila ad un anno dal terremoto, durante la Festa della Perdonanza, in un emozionante concerto con la partecipazione straordinaria di Renato Zero al quale assistono 30.000 persone.

Questo lungo tour trova il suo coronamento nell’uscita il 14 settembre 2010 del cd/dvd live “IL TEMPO E L’ARMONIA” impreziosito dal brano inedito “SE VERAMENTE DIO ESISTI” scritto dagli Avion Travel, una struggente preghiera che con dolcezza descrive il nostro smarrimento nell’attuale momento storico.

2011

Il 2011 Fiorella si ferma per lavorare al nuovo album di inediti ma l’anno è caratterizzato da un’unica performance un momento indimenticabile il 4 luglio 2011 alle Terme di caracalla di Roma, Fiorella Mannoia canta il suo repertorio di più di 30 canzoni, accompagnata dalla sua band e dalla grande orchestra Roma Sinfonietta diretta dal maestro Maurizio Abeni.

Un concerto che ha un’importanza davvero particolare perché inserito nell’ambito di un progetto di solidarietà attraverso Axè, l’associazione fondata da Cesare de Florio La Rocca, un italiano che ha dedicato la vita (oltre 44 anni, dice sul palco) al recupero degli invisibili, per cercare di interessare i ragazzi all’arte, alla bellezza, alla musica “sperando di arrivare prima del crack”. Il ricavato del concerto è stato poi diviso tra due progetti: Projecto Axè per il recupero dei ragazzi di strada di Salvador Bahia e un fondo per le borse di studio ai ragazzi della scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma.

2012

Il 24 gennaio 2012 il nuovo disco di inediti “SUD”, che vede per la prima volta Fiorella in veste di cantautrice. Un vero e proprio concept album, prodotto da Carlo Di Francesco, dedicato a tutto il Sud del mondo, che include 12 brani inediti tra cui il singolo di lancio “IO NON HO PAURA”. A marzo inizia un lungo Tour, con ospiti i ragazzi brasiliani del Projecto Axè, che si apre con 8 date nei più importanti palasport italiani. La tournèè prosegue nei teatri di tutta Italia, ottenendo un grande successo di pubblico e critica. Lo strepitoso live è raccolto in “SUD Il Tour”, 2 CD + DVD nei negozi e negli store digitali dal 9 ottobre. Oltre ai brani contenuti nell’album “SUD”, Fiorella interpreta tutte le sue più celebri canzoni in una versione assolutamente inedita, con arrangiamenti unici che donano ancora più passionalità e sensualità alla sua esibizione.

Il 22 settembre Fiorella prende parte a Italia Loves Emilia, concerto di beneficenza unico e senza precedenti in Italia, che ha raggiunto le 150.000 presenze al Campovolo di Reggio Emilia. Durante l’evento Fiorella duetta anche con Jovanotti e Giuliano Sangiorgi.

2013

Il 29 ottobre 2013 Fiorella torna con un nuovo progetto musicale: “A TE”, album-tributo a Lucio Dalla, che vuole essere un omaggio personale dell’artista al grande cantautore e amico. L’album (versione Cd + Dvd) registrato in presa diretta con l’orchestra Sesto Armonico, include 11 brani tra cui 2 duetti: con Alessandra Amoroso ne “La sera dei miracoli” e con Ron in “Felicità”. L’album conquista la certificazione di disco di platino. Il 23, 28 e 29 dicembre Fiorella presenta in esclusiva nazionale i brani inclusi in “A te” e altri grandi successi del repertorio di Lucio Dalla in tre straordinari eventi sold-out interamente dedicati al cantautore bolognese nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

2014

Dopo il successo della prima versione, che ha conquistato il disco d’oro, e delle date live di dicembre, il 25 febbraio 2014 “A TE” torna in una nuova veste, arricchita con altri 5 capolavori: quattro nuove interpretazioni registrate durante le date live sold-out del 28 e 29 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma, e un’inedita versione in studio de “Il Parco della Luna”.

Esce il 27 ottobre 2014 “FIORELLA”, straordinaria antologia che vede la partecipazione di nomi eccellenti del panorama musicale italiano. Un progetto importante che in poche settimane viene certificato disco di platino e che include 2CD: il CD1 raccoglie il meglio del repertorio di Fiorella, nuove registrazioni arricchite dal primo singolo inedito “LE PAROLE PERDUTE”; nel CD2 la Mannoia reinterpreta celebri brani e duetta con amici e colleghi tra cui, per citarne alcuni, Laura Pausini, Tiziano Ferro, Ligabue, Pino Daniele, Daniele Silvestri, Niccolò Fabi, Giuliano Sangiorgi, Cesare Cremonini, Ivano Fossati, e molti altri.

2015

Iniziata a fine 2014, la tournéé “Fiorella Live” prosegue tra teatri e prestigiosi spazi all’aperto con oltre 60 date in tutta Italia fino all’estate 2015, per concludersi con uno straordinario concerto-evento all’Arena di Verona il 7 settembre. Per l’occasione Fiorella è accompagnata da ospiti d’eccezione come Loredana Berté, Emma, J-Ax, Enrico Ruggeri, Noemi, Niccolò Fabi, Negrita, Frankie Hi-Nrg, tutti riuniti per festeggiare i 40 anni di carriera di Fiorella.

2016

Con Bungaro e Cesare Chiodo scrive il brano “PERFETTI SCONOSCIUTI”, colonna sonora dell’omonimo film di Paolo Genovese, uscito a febbraio 2016. Il brano riceve il Nastro D’Argento 2016 per la Migliore Canzone Originale.

L’1 aprile 2016 esce l’album “Amici non ne ho…ma amiche sì” di Loredana Bertè, di cui Fiorella è produttrice artistica.

Nell’estate 2016, a distanza di quasi tre anni dalla pubblicazione dell’album “A te”, Fiorella torna a dedicare a una serie di concerti al grande Lucio Dalla, con un emozionante live che porta in tournée per tutta l’Italia.

E’ direttrice artistica di “Amiche in Arena”, il concerto evento contro la violenza sulle donne nato intorno al repertorio di Loredana Berté, che vede avvicendarsi 16 artiste sul palco dell’Arena di Verona il 19 settembre e che l’11 novembre esce in cd/dvd, con ricavato a favore dei centri antiviolenza.

E’ chiamata da Michele Placido a recitare il ruolo di una delle protagoniste del suo film tutto al femminile “7 Minuti”, che racconta la vicenda di 11 operaie, presentato alla Festa del Cinema di Roma 2016 e nelle sale dal 3 novembre.

Anticipato dall’omonimo primo singolo, a novembre esce l’atteso nuovo album di inediti “COMBATTENTE”. Il secondo singolo è “NESSUNA CONSEGUENZA”, uscito come singolo in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne.

L’album, certificato Platino, è prodotto da Carlo Di Francesco e vede autori della nuova generazione, ma anche storici nomi della canzone d’autore: Ivano Fossati (in un brano in cui Fiorella è autrice del testo e Fossati delle musiche), Giuliano Sangiorgi, Federica Abbate, Cheope, Fabrizio Moro, Bungaro, Cesare Chiodo e anche la stessa Fiorella.

A inizio dicembre prende il via “COMBATTENTE Il Tour”, che macina un sold out dopo l’altro nei più prestigiosi teatri d’Italia.

2017

A 29 anni da “Le notti di maggio” (1988) e a 30 anni da “Quello che le donne non dicono” (1987), torna per la quinta volta in gara al Festival Di Sanremo 2017, con il brano “CHE SIA BENEDETTA”, brano scritto da Amara, che ottiene uno strepitoso successo e viene certificato Platino.

A marzo riparte “COMBATTENTE Il Tour”. Il tour va avanti per tutta l’estate 2017 per un totale di quasi ottanta date, fino ad un grande live evento all’Arena di Verona il 17 settembre.

Quarto e quinto singolo estratti da “COMBATTENTE” sono “SIAMO ANCORA QUI” e “I PENSIERI DI ZO”.

A settembre fa il suo debutto televisivo come presentatrice: le due puntate del suo one woman show “Un, due, tre… Fiorella!” su Rai, il sabato in prima serata, fanno il boom di ascolti.

Dopo 4 concerti autunnali in Europa (Lussemburgo, Parigi-Bataclan, Bruxelles, Londra), Fiorella riparte per l’ultima tranche del suo tour che arriva toccare anche per la quarta, quinta e sesta volta le città di tutta Italia.

2018

A gennaio si conclude “COMBATTENTE Il Tour” che raggiunge quota 100 date. Il 23 febbraio, per la prima volta nella sua carriera, Fiorella è in concerto a New York, al Town Hall di Broadway per un’imperdibile serata, il live n°101 di una straordinaria stagione.


Continuando ad usare il sito autorizzi l'uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi