Edoardo Bennato al Vulci Live Fest di Montalto di Castro

Edoardo Bennato al Vulci Live Fest di Montalto di Castro

11 agosto 2018

Vulci Live Fest

Montalto di Castro (VT)

inizio ore 21:00

UNICA DATA NEL LAZIO

Vulci LiveFest  2018, organizzato da Ventidieci  in collaborazione con ATCL,Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, con il patrocinio del Comune di Montalto di Castro, che si svolgerà nello splendido Parco Naturalistico Archeologico di Vulci a Montalto di Castro in provincia di Viterbo presenta,dopo lo spettacolo di Enrico Brignano,sabato 11 agosto,il concerto,unica data nel Lazio, di Edoardo Bennatocon la band al completo. Sul palco la sua poesia, intelligenza ed ironia per oltre due ore e mezza di canzoni e grande interazione con il pubblico..

Dopo una trionfale tournée teatrale con tutti sold out, Edoardo Bennato, una delle voci rock più amate torna in tour con dieci date speciali in versione estiva. Sul palco la sua poesia, intelligenza ed ironia per oltre due ore e mezza di canzoni e grande interazione con il pubblico. Il cantastorie che da quarant’anni immortala con le sue canzoni il mondo odierno, fatto di buoni e cattivi, sbeffeggiando i potenti e inneggiando alla forza umana del popolo, passa anche per il più classico tra i sentimenti ispiratori dei poeti della canzone: l’amore.

In scaletta brani epici del suo repertorio tratti dai concept-album “Burattino senza fili”, “Sono solo canzonette”, “Abbi dubbi”, “Le ragazze fanno grandi sogni”, “ La fantastica storia del Pifferaio magico”, fino all’ultimo lavoro, “Pronti a Salpare”, album ricchissimo di contenuti, in cui Bennato fotografa con la sua caratteristica ironia politica, famiglia, figli, future, senza mai dimenticare le proprie radici.

Da qualche mese a 40 anni dall’uscita,è stato ripubblicato  «Burattino senza fili» in una nuova edizione,un cofanetto speciale con l’album rimasterizzato e un disco bonus con 14 versioni inedite.

Edoardo Bennato dichiara: “Viviamo un’era di grandi trasformazioni, di spostamenti biblici. Decine di migliaia, centinaia di migliaia di disperati cercano vie di scampo alle guerre, alla fame, alla miseria e si dirigono verso il conclamato benessere del mondo cosiddetto occidentale. Sono disposti a tutto, sono disperati, sono pronti a salpare! Ma tutti quanti noi dovremmo essere pronti a salpare. Il mondo cambia e dovremo entrare in una altro ordine di idee, guardare le cose da un altro punto di vista. Insomma, non solo gli emigranti ma tutti quanti noi in questo momento particolare dovremmo essere pronti a salpare…”.


Continuando ad usare il sito autorizzi l'uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi