ventidieci logo

Stadio

Roma - 16 Dicembre 2011
Gran Teatro

Stadio

16 Dicembre 2011

Gran Teatro

Roma

Inizio ore 21:15

Dal 19 novembre gli Stadio saranno in teatro per presentare dal vivo «Diamanti&Caramelle» il nuovo album uscito il 27 settembre su etichetta Capitol/Emi Music: undici canzoni nuove, “positive”, “gioiose”, che esprimono l’intuizione e la ricerca continua della felicità che caratterizza la vita di ciascuno. Tappa romana: 16 dicembre, ore 21:15, al Gran Teatro (organizzazione a cura dell’agenzia Ventidieci). Ancora una volta gli Stadio portano più in là il confine di riflessione su quello che gira intorno e dentro di noi. «Qui è come se domani/non ci fossero più stelle/è come se diamanti/diventassero caramelle/è come se il mattino non portasse mai più il sole»: qui è la sintesi concettuale dell’album; la dialettica tra il valore reale e quello apparente, tra la bellezza del diamante e la dolcezza delle caramelle, tra la durezza del bello e la felicità di un momento, dove il contrasto ideologico si risolve nel vissuto, nel perpetuo moto del vivere; dove «la felicità va fermata perché passa veloce» (facendo metafora del concetto tanto caro all’antico pensiero filosofico), in un momento, in un battito di vita, ma la felicità esiste, basta ricercarla nella quotidianità, negli occhi di chi ci è davanti, negli incontri di ogni giorno… Le canzoni: «La Promessa» (che apre e chiude l’album, prima con il solo Curreri a interpretarla e poi in duetto con Noemi); «Diamanti e caramelle»; «Ferma la Felicità»; «Inseparabili»; «Piuttosto che non averti mai incontrato»; «Poi ti lascerò dormire» ; «Gaetano e Giacinto»; «Amore Addio»; «Fammi sbagliare»; «Onde d’inverno»; «Un Passo dopo l’Orizzonte». «Stiamo vivendo un’epoca dove si confondono i valori, che siano diamanti o caramelle. Tutti noi sappiamo quanto sia importante un diamante ma altrettanto può esserlo una caramella» racconta Curreri dell’originale concept del disco «e ancora più importanti sono le cose che ci appaiono semplici – scontate molto spesso – ma che nascondono la vera felicità: un cielo stellato, il mare visto in una giornata in cui siamo tristi… Con questo disco abbiamo voluto tirar fuori la poesia che c’è nella vita di ciascuno e nel rapporto a due, non c’interessava la cronaca di questi tempi. Vorremmo che la gente fosse felice ascoltando le nuove canzoni». Due anni fa, precursori di temi oggi tanto attuali, gli Stadio cantavano del «Re Mida che non trasforma più niente in oro, anzi ha successo come imbonitore in tv» (“Benvenuti a Babilonia”), ora i temi si fanno più intimi, e torna preponderante nel disco quel mondo femminile che la band sa definire come pochi, e diventa il termine di raffronto, il moltiplicatore delle emozioni: un idillio che non finisce mai e a cui gli Stadio dedicano ora un inno all’amore «universale» come «La Promessa» o «Onde d’inverno», tra le altre del disco. «Tra le onde d’inverno trascinate al ritorno/ sei un cerchio perfetto in un centro profondo/sei un attimo eterno e un paradiso nel cuore/mentre accanto al tuo viso posa ancora quel fiore/Sei coperta nel gelo e acqua fresca d’estate/un bacio profondo dato a labbra salate/sei frasi studiate e un percorso nel cuore/un comodo letto su cui fare l’amore/…trascinate al ritorno».
È un album solare, pieno di vita, di gioia interiore, mai banale, mai scontato nella declinazione dei valori positivi di ciascuna canzone, con un lavoro attento sui testi, sui suoni e sulle scelte delle collaborazioni. Il nuovo progetto nasce dal lavoro creativo e in studio di Gaetano Curreri e Saverio Grandi, con gli altri Stadio – Andrea Fornili, Giovanni Pezzoli e Roberto Drovandi – in collaborazione con l’arrangiatore Nicolò Fragile. Due anni di lavoro sulle canzoni e molto di più nel caso di «Gaetano e Giacinto», dato che, già nel 2007, Curreri annunciò in pubblico, in occasione di un concerto a Torino, che avrebbe voluto dedicare una canzone a Scirea. Una volta di più gli Stadio confermano di essere una grande band capace di coniugare la verve della «live band» con lo stile e la raffinatezza della musica d’autore che sa rinnovarsi nelle canzoni e nei temi trattati (sempre diversi) frutto di una ricerca stilistica, tecnico-musicale, e di un confronto con il pubblico («trasversale», «generazionale») nei tanti concerti che, di anno in anno, realizzano in Italia e all’estero.

Altri eventi per: Stadio

5 Agosto 2019 - Anzio - Villa Adele

18 Dicembre 2017 - Milano - Teatro dal Verme

8 Dicembre 2017 - Roma - Auditorium Parco della Musica

12 Aprile 2016 - Roma - Auditorium della Conciliazione

Archivio eventi Stadio

Ventidieci consiglia

Eventi in programma nei prossimi giorni

piero angela e a.l. recchi

17.12.2019 - Venezia

PFM

17.12.2019 - Marsala

Giovanni Allevi

17.12.2019 - Napoli

PFM

18.12.2019 - Catania

Tutti gli eventi in programma

Servizi e assistenza

Ventidieci è l'organizzatore di "Stadio - 16 Dicembre 2011".

Events FAQ

Segui le nostre linee guida per vivere al meglio questo evento. Scarica Gratis la nostra guida.

Disabili

Contatta il nostro centralino per conoscere meglio il tipo di sistemazione prevista per le persone diversamente abili in questa location.

Accedi all'area contatti e compila il modulo per ricevere informazioni.

Bambini e Gruppi

Contatta il nostro centralino per sapere se sono previsti "sconti gruppi" per l'evento "Stadio - 16 Dicembre 2011"

Ingresso gratuito per i bambini fino 3 anni se tenuti in braccio.